Home » FAQ » Agibilita' enpals
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Agibilita' enpals

Facciamo chiarezza

Cerchiamo, una volta per tutte, di fare chiarezza sul tanto amato CERTIFICATO DI AGIBILITà.

Prendiamo spunto dal sito dell'enpals per spiegare passo passo ogni cosa.

Il succo è questo: per essere in regola ogni villa, albergo, locale, residenza che intende far suonare un gruppo sul suo terreno o nelle sue sale, deve essere in possesso di questo certificato di agibilità. E' come una cosa che serve per dichiararare che la loro villa è a norma.

Leggiamo:

Il certificato di agibilità

COS'E'

Il certificato di agibilità è il documento che autorizza l'impresa a far agire nei locali di proprietà (o di cui le stesse imprese abbiano un diritto personale di godimento) i lavoratori dello spettacolo artisti e tecnici, occupati nelle categorie da 1 a 14 dell'art. 3 del D.Lgs.C.P.S. n. 708/47 (e successive modifiche ed integrazioni) in relazione ad uno specifico evento (o ad una serie di eventi). L'agibilità viene rilasciata dall' Enpals previo accertamento della regolarità degli adempimenti contributivi o a seguito di presentazione di idonee garanzie (art.10 D.Lgs.C.P.S. n. 708/47). In particolare, in conformità alle disposizioni vigenti dal 1° gennaio 2008, il rilascio del certificato è subordinato all'assenza di debiti contributivi da parte dell'impresa richiedente nei confronti dell'Ente. Infatti, nel caso in cui l'impresa risulti debitrice sarà necessario regolarizzare la posizione debitoria versando l'importo dovuto (anche ratealmente) o produrre fideiussione bancaria o assicurativa di importo pari all'ammontare dei debiti contributivi (cfr. circolare n. 16/2007). L'impresa di nuova costituzione per ottenere il certificato di agibilità dovrà versare un deposito cauzionale (di importo corrispondente al 10% dei contributi stimati per un periodo di tre mesi) o presentare fideiussione per lo stesso importo. Sono tenuti a richiedere il certificato di agibilità anche i lavoratori autonomi esercenti attività musicali. L'obbligo di custodia della copia del certificato è posto a carico del committente. Il certificato di agibilità dovrà essere esibito ad ogni richiesta dei funzionari ispettivi incaricati dell'accertamento.

- IN PRATICA SE IL LOCALE NON HA L'ENPALS IL MUSICISTA NON CI PUO' SUONARE DENTRO. QUINDI, CARI SPOSI, SE UN LOCALE VI DICE: "faccio suonare i vostri musicisti solo se sono in regola con l'enpals" MOLTO PROBABILMENTE CERCANO DI SCORAGGIARE VOI E MAGARI QUALCHE RAGAZZO NON INFORMATO, PER SPINGERE POI I LORO MUSCISTI. I nostri oneri enpals sono relativi ai contributi che versiamo per la pensione da artisti (esattamente come l'inps).

QUANDO RICHIEDERLO

La richiesta del certificato di agibilità deve essere effettuata entro cinque giorni dalla stipulazione dei relativi contratti di lavoro (art.9, comma 3, D.Lgs.C.P.S. n. 708/1947) e, comunque, prima dello svolgimento della prestazione lavorativa. La nuova procedura telematica è operativa 24 ore su 24 e quindi consente all'impresa di inoltrare all'Ente la richiesta del certificato di agibilità in qualsiasi momento, sempre nel rispetto dei termini di legge. La comunicazione delle variazioni dei dati contenuti nel certificato di agibilità deve essere effettuata entro cinque giorni dal verificarsi dell'evento che ha determinato la variazione medesima. Eventuali variazioni da apportare dopo lo svolgimento della prestazione lavorativa, e, comunque, non oltre cinque giorni dalla prestazione, possono essere effettuate solo se dovute a causa di forza maggiore debitamente documentata. In tal caso, l'impresa, all'atto della variazione è tenuta ad inoltrare la relativa documentazione, a mezzo telefax o posta elettronica, alla Sede Enpals competente, che ne accerta la veridicità e fondatezza.

CHI DEVE RICHIEDERLO

I soggetti tenuti a richiedere l'agibilità sono le imprese dell'esercizio teatrale cinematografico e circense, i teatri tenda, gli enti, le associazioni, le imprese del pubblico esercizio, gli alberghi, le emittenti radiotelevisive e gli impianti sportivi che vogliano far agire nei locali di proprietà (o di cui le stesse imprese abbiano un diritto personale di godimento) i lavoratori dello spettacolo appartenenti alle categorie indicate dal n. 1 al n. 14 dell'articolo 3 del D.Lgs.C.P.S. n. 708/1947 (e successive modificazioni).

L' obbligo del possesso del certificato di agibilità ricade:

  • nel caso di imprese dell' esercizio teatrale, cinematografico e circense, teatri tenda, enti, associazioni, imprese del pubblico esercizio, alberghi, emittenti radiotelevisive e impianti sportivi che assumono o scritturano direttamente lavoratori delle categorie da 1 a 14 dell'art.3 del D.Lgs.C.P.S.n. 708/47, sull'impresa che ha scritturato i lavoratori;
  • sulle imprese straniere operanti in Italia, indipendentemente dalla circostanza che gli obblighi contributivi debbano essere assolti in Italia. Si precisa che le stesse imprese straniere possono conferire mandato con rappresentanza alle imprese ospitanti, affinché richiedano per loro conto il certificato di agibilità.

Le imprese dell'esercizio teatrale, cinematografico e circense, teatri tenda, enti, associazioni, imprese del pubblico esercizio, alberghi, emittenti radiotelevisive e impianti sportivi che stipulano contratti con formazioni (società, fondazioni, associazioni, ditte individuali legalmente costituite) aventi l'obbligo di munirsi del certificato di agibilità devono verificare preventivamente che le predette formazioni che agiranno nei loro locali siano effettivamente munite di tale certificato.

- E QUI ARRIVAMO A NOI: DEVONO RICHIEDERLO LE VILLE, NON I MUSICISTI, è SCRITTO abbastanza chiaramente nella parte che trovate sottolineata. VILLE = ALBERGHI =IMPRESE DEL PUBBLICO ESERCIZIO.

COME RICHIEDERLO

Dal 1° gennaio 2008 il certificato di agibilità deve essere richiesto in modalità telematica collegandosi al portale dell'ente (www.enpals.it). Infatti, allo scopo di agevolare l'operatività delle imprese, è stata realizzata una nuova procedura telematica operativa 24 ore su 24 che consente di inoltrare all'Ente la richiesta del certificato di agibilità in qualsiasi momento precedente lo svolgimento della prestazione lavorativa, purchè vengano rispettati i termini di legge. L'accesso alla procedura on-line avviene previo rilascio del Codice PIN (Personal Identification Number) che consente, mediante il Codice Fiscale, l'identificazione dell'utente abilitato in quanto registrato. Per i dettagli relativi al rilascio del PIN e all'individuazione dei soggetti abilitati alla trasmissione telematica si rimanda alle nuove disposizioni dettate con le circolari nn. 12/2007 e 17/2007. Nella compilazione della richiesta, da effettuare in relazione alla singola attività svolta, sarà necessario indicare i seguenti elementi: i lavoratori occupati, il compenso previsto, le date di impegno. In particolare, le date di svolgimento della prestazione lavorativa devono essere indicate in modo puntuale: nel caso in cui i giorni della prestazione lavorativa siano contigui, sarà sufficiente precisare la data iniziale e finale della prestazione; altrimenti, se le giornate lavorative non si susseguano tra loro, andranno specificate singolarmente. Soltanto dopo avere verificato la conformità alle disposizioni normative vigenti l'Ente rilascia il certificato di agibilità. Infatti, all'atto della richiesta la procedura effettua un controllo sulla regolarità degli adempimenti contributivi dell'impresa richiedente e rilascia, solo in caso di assenza di debiti nei confronti dell'Enpals, il certificato di agibilità. Se sussistono debiti contributivi, la procedura non consente l'emissione del certificato, che potrà essere rilasciato solo a seguito della regolarizzazione (pagamento anche in forma rateale dell'importo dovuto o produzione di fideiussione, bancaria o assicurativa, di importo pari all'ammontare del debito) presentando preventivamente alle Sedi Enpals la documentazione comprovante la stessa regolarizzazione. Le imprese che non siano in condizione di utilizzare le procedure telematiche, potranno presentare il relativo modello cartaceo alla sede territoriale Enpals più vicina. Dovrà essere richiesta on-line anche l' agibilità in regime di esenzione contributiva rilasciata alle imprese straniere (provenienti da Paesi comunitari o convenzionati) operanti in Italia, o al datore di lavoro italiano che ingaggia lavoratori stranieri (provenienti da Stati UE o con i quali vigono appositi accordi in materia previdenziale). In tal caso, i documenti esonerativi (mod. E101, etc.) dovranno essere inviati, contestualmente alla richiesta del certificato, agli Uffici Enpals a mezzo fax o posta elettronica , unitamente ad una dichiarazione a firma del legale rappresentante (il cui fac-simile è disponibile nell'apposita sezione "modulistica" del sito www.enpals.it), che attesta la conformità di tali documenti agli originali. La richiesta del certificato di agibilità a titolo gratuito non potrà essere effettuata in via telematica, ma recandosi presso gli Uffici Enpals con la documentazione (dichiarazioni dell'organizzatore dello spettacolo e dei lavoratori attestanti la natura sociale/benefica/solidaristica della manifestazione e la mancanza di qualsiasi forma di compenso). Il rilascio del certificato sarà subordinato ad un processo di valutazione curato dalle competenti Sedi Enpals. Per una visione completa delle nuove disposizioni amministrative per la gestione del certificato di agibilità si rinvia alle circolari nn. 16 e 17 del 2007 che dettano la nuova disciplina in vigore dal 1° gennaio 2008.

http://www.enpals.gov.it/wcmqs/informazioni/imprese-enti/24-certificato-agibil-tutto

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo